sabato 16 settembre 2017

Focus per concentrarsi su una finestra e offuscare quelle in secondo piano

esempio-focus-finestra

Mi è capitato di volermi concentrare solo su una finestra pur avendone molte aperte, mi sono dunque domandato se fosse possibile offuscare le finestre in secondo piano per lasciare la luminosità su quella in uso.
CompizConfig è quello che serve con il suo plugin Dim Inactive, per installarlo, da terminale:

  • sudo apt-get install compiz compizconfig-settings-manager compiz-plugins compiz-plugins-extra

Una volta installato aprire CompizConfig Setting Manager, andare nella sezione Accessibilità e cliccare su Dim Inactive.

finestra-focus-attenzione-dim-inactive

Abilitare il plugin e modificare la combinazione di tasti per l'attivazione, almeno è quello che consiglio dato che quella di default a me dava problemi di conflitto.
La mia scelta è andata su: Shift+Ctrl+F
 
abilitare-focus-finestra

Una volta abilitato il plugin per farlo funzionare basterà attivarlo con la combinazioni di tasti inserita prima. La luminosità delle finestre in secondo piano sarà smorzata mentre rimarrà ben in evidenza la finestra in primo piano (come si vede nell'immagine di apertura del post).
Per disattivarlo basterà premere la stessa combinazione o disabilitare il plugin togliendo la spunta dalla relativa voce su CompizConfig Setting Manager.
giovedì 9 febbraio 2017

Problema hard disk: il disco viene letto solo su Ubuntu e non su Mac e Windows

compatibilità-disco-ubuntu-mac-windows

Di recente ho avuto un problema con un hard disk esterno WD Essential che avevo formatto in FAT32 perché fosse compatibile anche con Windows e Mac.
Per molto tempo tutto ha funzionato bene, improvvisamente dopo averlo collegato al Macbook invece di leggerlo e montarlo come al solito mi segnalava che "il disco deve essere formattato"; la stessa cosa succedeva se provavo a collegarlo a un computer con Windows.
Ho provato allora a vedere quale problema potesse avere l'hard disk che veniva riconosciuto solo da Linux e usando TestDisk mi indicava un problema nel boot sector.
Seguita la procedura per risolvere il problema e rieseguito il test, dava OK e sembrava tutto a posto, ma una volta staccato il disco dalla porta USB si ripresentava lo stesso problema con gli altri sistemi operativi e ricollegandolo su Ubuntu TestDisk mi segnalava ancora lo stesso errore.
Intimorito che fosse il disco ad avere qualche irriversibile problema di vecchiaia ne ho preso uno nuovo, per fare subito una copia di sicurezza, ma una volta formattato in FAT32 e grazie all'accesso garantitomi da Ubuntu ricopiato tutto il contenuto nel nuovo hard disk, l'errore si presentava identico anche nel nuovo dispositivo.

Per farla breve non ho perso ulteriore tempo per capire l'origine del problema e ho provato a formattare un disco in exFAT tramite l'Utility Disco di MacOS (ovviamente tenendo un hard disk con una copia di dati per non perderli!). 
Anche exFAT è un file system che offre compatibilità con Windows e MacOS, ma per Ubuntu manca la possibilità diretta per la formattazione, che va quindi fatta su Windows o MacOS, inoltre richiede l'installazione dei relativi pacchetti per consentire lettura e scrittura, per farlo basta dare da terminale:

  • sudo apt-get install exfat-fuse exfat-utils

Ora il disco viene nuovamente letto ed è compatibile con tutti e tre i sistemi operativi: Ubuntu, MacOS e Windows (se su Windows XP non funziona bisogna installare i driver). Quindi mistero non risolto, ma problema bypassato e disco di nuovo utilizzabile.
mercoledì 8 febbraio 2017

Cercare files con un Ubuntu, trovare duplicati e recuperare spazio utile

trova-files-ubuntu-gnome-search-tool

Ho sempre trovato la funzione di ricerca files di default su Ubuntu molto scarsa, così, l'ultima volta che mi è capitato di voler fare delle ricerche di files su alcuni hard disk, mi sono messo alla ricerca di qualche programma che funzionasse meglio e fornisse qualche opzione in più.

trova-files-duplicati-ubuntu-FSlint

Cercavo anche qualcosa che mi permettesse di trovare files duplicati, per esempio foto uguali ma salvate con nomi diversi o in cartelle differenti, stesso discorso per canzoni e film: eliminando i duplicati si può recuperare spazio utile nei nostri dischi.
Due sono gli strumenti utili che ho trovato per coprire tutte le mie esigenze in fatto di ricerca files e li consiglio per potenziare il sistema di Ubuntu, sono Gnome Search Tool e FSlint Janitor, per installarli da terminale:

  • sudo apt-get install gnome-search-tool fslint

Il loro utilizzo è intuitivo, con il primo potremo fare ricerche specificando le dimensioni o altre caratteristiche dei files, con il secondo potremo trovare quelli duplicati o che hanno qualche errore.
Related Posts with Thumbnails